DETTAGLIO

Audizione Commissione Lavori Pubblici Senato su Codice Appalti

Audizione Commissione Lavori Pubblici Senato su Codice Appalti 26 ottobre - Confcooperative in audizione in Commissione Lavori pubblici al Senato del disegno di legge n. 2330 (delega in materia di contratti pubblici)

Categorie: Primo Piano,   Mobilità, trasporto e logistica Tags:

Di seguito, le questioni salienti illustrate

In particolare, i motivi alla base della riforma del Codice appalti "sono ampiamente condivisibili", ma "è necessario valutare, in primo luogo, le modalità di innovazione della normativa vigente e, quindi, se interamente sostitutiva, garantire un adeguato periodo transitorio e, in secondo luogo, il rapporto tra il nuovo Codice dei Contratti Pubblici e la disciplina eccezionale derogatoria contenuta nel dl 77/21 (il dl Governance Pnrr, Ndr), applicabile a tutti i bandi finanziati con le risorse del Pnrr e del Pnc, che saranno prevalenti nei prossimi tre anni".

Nel dettaglio, è stato sottolineato che "l’attuazione del fascicolo elettronico dell’operatore economico a cura dell’Anac, oltre ad essere un tassello fondamentale del futuro sistema di affidamento dei contratti pubblici, dovrebbe semplificare ulteriormente il lavoro di imprese e stazioni appaltanti in fase di gara". E ancora, occorre prevedere "l’obbligatorietà e la completezza di un meccanismo di revisione prezzi, considerato che quello attuale, facoltativo e a discrezione della stazione appaltante è inadatto a mantenere l’equilibrio sinallagmatico del contratto ed è risultato incapace di rispondere negli ultimi anni alle forti oscillazioni dei costi dei materiali e alla necessità di rinnovare alcuni Ccnl in tempi ragionevoli; in alcuni paesi europei la revisione prezzi è un clausola obbligatoria del bando, la cui assenza costituisce un mancato rispetto degli obblighi di pubblicità e di invito alla concorrenza e può comportare l’annullamento della procedura di gara".

Infine, "la vera sfida" legislativa, "non è il numero di norme, ma la chiarezza del quadro normativo nel suo complesso", comprese le regole secondarie e attuative. "A tal fine potrebbe risultare utile la differenziazione di provvedimenti attuativi per tipologia di appalto (lavori, servizi e forniture)".

Tag:

ultimeNEWS

dalleCOOPERATIVE

tiSEGNALIAMO

ilCALENDARIO

«maggio 2024»
lunmarmergiovensabdom
293012345
6789101112
13141516171819
20212223242526
272829303112
3456789