DETTAGLIO

Prospettive ed analisi del mercato pubblico e privato

Prospettive  ed analisi del mercato pubblico e privato Milano 11 Marzo:  "Chiediamo più lavoro ed un mercato chiaro"

Categorie: Primo Piano,   Servizi, manutenzioni e costruzioni Tags: ;ilano,   11 Marzo: "Chiediamo più lavoro ed un mercato chi

“Il lavoro deve essere al centro. Vogliamo un mercato e delle regole. Abbiamo un sistema di centrali di acquisto che non riescono ad assegnare le gare, come la Consip. Non è normale impiegare 4 anni per l'assegnazione di una gara e un altro anno per i ricorsi” ha affermato il Presidente di Confcooperative Lavoro e Servizi Massimo Stronati in apertura dell’incontro “Prospettive ed analisi del mercato pubblico e privato” organizzato dal Consiglio Nazionale di Confcooperative Lavoro e servizi riunitosi oggi a Milano a Palazzo Pirelli, presso la sala Gonfalone. Un confronto sulle dinamiche del mercato pubblico e le criticità che lo caratterizzano, leva di sviluppo che già oggi investe quasi il 15% del PIL del Paese.

Centrato sul tema degli appalti anche l’intervento di Marco Venturelli Segretario Generale Confcooperative: “Speriamo che si arrivi a uno snellimento del codice degli appalti. È incredibile che un’opera debba avere un iter superiore ai due anni. Snellire per ridurre i tempi non può significare non tenere conto degli elementi di legalità. La legalità non si può perseguire alzando le soglie degli appalti di affidamento diretto perché riduce la trasparenza”. “Dura lotta alla falsa impresa e cooperative spurie” sono decisivi, ha continuato ricordando che “il fenomeno nel 2018 si è spostato vorticosamente verso la falsa impresa non cooperativa.

A portare i saluti di Regione Lombardia Alessandro Fermi, presidente del Consiglio della Regione Lombardia, Alessandro Mattinzoli Assessore allo Sviluppo Economico e Giovanni Malanchini, Consigliere Segretario dell'Ufficio di Presidenza di Regione Lombardia.

Cristina Bazzini Vice Presidente di Confcooperative Lavoro e Servizi ha voluto sottolineare il bisogno di avere “regole chiare soprattutto sulla questione appalti per dimostrare che ci sono imprese sane pronte a mettersi in gioco. Che solo da un campo di gioco che esprime regole chiare le imprese possono impostare percorsi di innovazione in grado di offrire servizi che rispondano con modernità ai bisogni espressi dai territori”. Nella seconda parte dell’incontro ad approfondire il tema sotto il profilo tecnico l’intervento di diversi esperti: oltre a Cristina Bazzini, Gabriele Fava, avvocato Giuslavorista; Oliviero Tronconi, Ordinario di Tecnologia dell’Architettura del Politecnico di Milano; Leonardo Salvemini professore di Diritto Amministrativo presso l’Università Statale di Milano; Territorio e Lavori Pubblici della Camera dei Deputati; Francesco Ferri, Presidente Lombardia Informatica. A moderare i lavori Marco Daniele Ferri Presidente Confcooperative Lavoro e Servizi Lombardia.

ultimeNEWS

dalleCOOPERATIVE

tiSEGNALIAMO

ilCALENDARIO

«maggio 2019»
lunmarmergiovensabdom
293012345
6789101112
13141516171819
20212223242526
272829303112
3456789